piano nazionale attività

Il calendario annuale degli impegni ha lo scopo di fornire ai docenti un quadro d’insieme di tutto ciò che è al momento prevedibile, non è né può essere esaustivo, vi potranno essere altre riunioni per sopravvenute esigenze.
La dirigenza farà tutto il possibile per rispettare quanto definito, a loro volta i docenti vorranno impegnarsi a non richiedere permessi evitando la coincidenza di impegni privati con le riunioni di servizio.
(scarica il file)

Le attività programmate sono quelle previste dagli articoli 28 e 29 del CCNL scuola
ART.28 – ATTIVITÀ DI INSEGNAMENTO
4. Gli obblighi di lavoro del personale docente sono articolati in attività di insegnamento ed in attività funzionali alla prestazione di insegnamento. Prima dell’inizio delle lezioni, il dirigente scolastico predispone, sulla base delle eventuali proposte degli organi collegiali, il piano annuale delle attività e i conseguenti impegni del personale docente, che sono conferiti in forma scritta e che possono prevedere attività aggiuntive. Il piano, comprensivo degli impegni di lavoro, è deliberato dal collegio dei docenti nel quadro della programmazione dell’azione didattico-educativa e con la stessa procedura è modificato, nel corso dell’anno scolastico, per far fronte a nuove esigenze. Di tale piano è data informazione alle OO.SS. di cui all’art. 7.
ART.29 – ATTIVITÀ FUNZIONALI ALL’INSEGNAMENTO
3. Le attività di carattere collegiale riguardanti tutti i docenti sono costituite da:
a) partecipazione alle riunioni del Collegio dei docenti, ivi compresa l’attività di programmazione e verifica di inizio e fine anno e l’informazione alle famiglie sui risultati degli scrutini trimestrali, quadrimestrali e finali e sull’andamento delle attività educative nelle scuole materne e nelle istituzioni educative, fino a 40 ore annue;
b) la partecipazione alle attività collegiali dei consigli di classe, di interclasse, di intersezione. Gli obblighi relativi a queste attività sono programmati secondo criteri stabiliti dal collegio dei docenti; nella predetta programmazione occorrerà tener conto degli oneri di servizio degli insegnanti con un numero di classi superiore a sei in modo da prevedere un impegno fino a 40 ore annue;
c) lo svolgimento degli scrutini e degli esami, compresa la compilazione degli atti relativi alla valutazione.

Partecipazione ai Consigli di classe
i docenti che prevedono di superare le 40 ore di partecipazione ai consigli di classe faranno pervenire al DS una proposta scritta di programmazione delle presenze entro il 14 ottobre 2016 (utilizzando il modulo predisposto), inserendo comunque le riunioni ove è prevista la presenza dei genitori. In assenza di comunicazione si provvederà d’ufficio ad individuare le riunioni a cui il docente sarà tenuto a partecipare, ciò al fine di evitare riunioni con troppi assenti contemporaneamente. Le assenze alle riunioni degli organi collegiali, se non preventivamente autorizzate dal Dirigente, devono essere giustificate con adeguata certificazione.