Google Suite for Education

Google-Apps-for-EducationL’IIS Leonardo da Vinci-Ripamonti si avvale, a partire da febbraio 2015, dei servizi offerti da Google Suite Education. Google Suite è una suite di strumenti di produttività aziendale, basata sul cloud, disponibile per la scuola gratuitamente, che permette di lavorare da qualsiasi luogo e con qualunque dispositivo e sistema operativo: tablet, smartphone, PC, portatili, ecc. Tutto il personale è dotato di un account di tipo nome.cognome@daviciripamonti.gov.it che permette di accedere a una casella di posta gmail e di utilizzare e condividere con colleghi calendari, documenti, file, una home page personale o dedicata a un progetto, e tutto questo utilizzando spazio totale illimitato. La casella postale è liberamente utilizzabile. In caso di trasferimento ad altra scuola, tuttavia, essa sarà disabilitata entro un mese dal trasferimento (il personale trasferito sarà avvisato per tempo della disattivazione in modo da poter salvare i propri messaggi). Google Suite Education può diventare una risorsa chiave per lavorare nella nostra scuola in un modo innovativo, incentrato sulla condivisione e la collaborazione. I servizi di Google Suite, attualmente in sperimentazione con i docenti dell’istituto, saranno gradualmente estesi agli studenti. Ogni studente e insegnante sarà dotato di un account di google, apparterrà al proprio gruppo base (classe, docente, e altri creati dagli utenti) e potrà contattare, collaborare, chattare, condividere documenti con tutti coloro che appartengono alla comunità virtuale.

Drive– Con “Google Drive” è possibile condividere documenti, con avviso via email della disponibilità di un nuovo documento. Foto, video, presentazioni, PDF e anche file di Microsoft Office. Non importa la tipologia di file: su Drive puoi archiviare di tutto in modo sicuro. Ogni docente potrà gestire documenti personali e condivisi, a livello di gruppo di lavoro, plesso o dipartimento orizzontale o verticale. I file di Drive sono privati fino a quando non decidi di condividerli. Puoi invitare rapidamente altre persone a visualizzare, commentare e modificare qualsiasi file o cartella di tua scelta. La collaborazione online diventa così semplicissima. La sicurezza dei tuoi file è fondamentale. Ecco perché tutti i file di Drive rimangono al sicuro, qualsiasi cosa succeda al tuo smartphone, tablet o computer. Drive è crittografato tramite il protocollo SSL, che è lo stesso utilizzato da Gmail e da altri servizi Google. Cliccando sull’icona si accede a Drive.

Classroom_by_Google_blue– “Classroom” consente agli insegnanti di creare gruppi classe, di assegnare compiti, mandare messaggi, effettuare verifiche, inviare i risultati, tutto in maniera automatica, senza preoccuparsi di problematiche di archiviazione e conservazione dei dati. L’intregrazione fra classroom e le app della posta, del calendario, degli strumenti di condivisione come Drive o Google+, fino ad arrivare ad app più complesse come Site fanno di classroom uno strumento molto potente.
Cliccando sull’icona si accede a Classroom e ad una presentazione.

sitesSites: offre la possibilità di creare siti e pagine Web in modo semplice, utilizzando soltanto un’interfaccia simile a quella di un normale programma di videoscrittura. Può essere quindi facilmente utilizzato per creare pagine web di classe, per progetti, ecc. Cliccando sull’icona si accede a Sites.

Calendar: consente di realizzare calendari condivisi degli impegni scolastici, costantemente aggiornati e accessibile pubblicamente dal sito web dell’Istituto. Ogni docente è inoltre libero di creare i propri calendari personali, da condividere, eventualmente, con gli alunni e le famiglie.

L’Amministratore dei servizi Google Suite for Education (attualmente corrispondente al prof. Baffa) opera con le seguenti modalità:
– crea gli account e le caselle di posta per gli utenti e genera le credenziali per il primo accesso;
– gestisce i gruppi e relativi account collettivi;
– NON E’ IN ALCUN MODO IN GRADO di accedere alle caselle di posta degli utenti, né ad altri dati personali degli utenti contenuti nelle altre Google Apps (Calendari, Google Drive, etc.), salvo che tali
informazioni non siano condivise dall’utente stesso;
– può modificare le credenziali di accesso di un utente SOLO su richiesta esplicita dell’utente stesso (ad esempio se l’utente non riesce più ad accedere al proprio account);
– non è in possesso delle password di accesso al sistema dei singoli utenti. Le password iniziali, dopo la trasmissione agli utenti, vengono distrutte;
– può visualizzare statistiche sull’utilizzo del sistema (ad esempio: data dell’ultimo accesso o spazio utilizzato).