Navigazione veloce
IIS Da Vinci - Ripamonti, Como > Laboratorio territoriale

Laboratorio territoriale

LABORATORIO TERRITORIALE PER L’OCCUPABILITÀ DI COMO

Il MIUR, in riferimento alla procedura per l’individuazione di proposte progettuali relative ai laboratori territoriali per l’occupabilità, ha comunicato che il progetto presentato dalla rete di scuole di Como, di cui l’IIS “Da Vinci – Ripamonti” è scuola capofila e di cui fanno parte l’ IIS “Paolo Carcano” e ITES “Caio Plinio”, potrà beneficiare dello scorrimento della graduatoria e accedere pertanto al finanziamento

(vedi scheda progetto completa).
(Leggi articolo tratto da La Provincia di Como del 26-01-2017)

I laboratori territoriali consistono nella creazione di spazi dall’alto profilo innovativo a disposizione di più scuole del territorio, dove sviluppare pratiche didattiche avanzate in sinergia con le politiche locali per il lavoro e le imprese.

DESCRIZIONE PROGETTO
Il laboratorio territoriale delle scuole di Como nello specifico si propone come una “fabbrica integrata” in grado di riprodurre il processo produttivo della filiera serica e del suo indotto attraverso le seguenti fasi: la tintura dei filati e dei tessuti, con le relative fasi di finissaggio, la tessitura e la stampa di tessuti, con la relativa fase di preparazione, il controllo qualità relativo alle materie prime, ai semilavorati e al prodotto finito, la modellistica e la confezione di prodotti tessili, la realizzazione del packaging dei prodotti, il marketing e la comunicazione per le imprese tessili, la gestione amministrativo/contabile e la gestione logistica, cioè le attività organizzative, gestionali e strategiche dei flussi di materiali e delle relative informazioni dalle origini presso i fornitori fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti e al servizio post-vendita.
Il laboratorio così strutturato si presenterà come un polo polifunzionale, un hub che, agganciando in parte strutture didattiche di eccellenza già esistenti sul territorio, diventa luogo d’incontro per la sperimentazione pratica di innovazione, teso a stimolare la crescita professionale, le competenze e l’autoimprenditorialità, coniugando insieme innovazione, istruzione e inclusione.

OBIETTIVI PERSEGUITI
Il progetto persegue i seguenti obiettivi:
– diffusione di competenze professionali specifiche dei settori tessili, grafico, commerciale/amministrativo al fine di aumentare la collocabilità dei soggetti nel tessuto economico territoriale e di rispondere così alle richieste delle aziende del territorio
– rimodulazione del tempo scuola al fine di rendere più efficace il processo di apprendimento/insegnamento
– riorganizzazione didattico-metodologica dei contenuti da svolgere nelle diverse discipline, implementando la didattica laboratoriale
– riformulazione di alcune competenze specifiche per innovare le figure professionali sulla base delle richieste del mondo del lavoro e della vocazione territoriale
– apertura della scuola al territorio affinché questa diventi il luogo dove avviene la formazione continua che coinvolge persone di cultura, età e saperi differenti
– contrasto della dispersione scolastica attraverso politiche formative di inclusione
– rimotivazione all’apprendimento con una progettazione didattica attiva ed integrata
– offerta di percorsi di orientamento agli studenti delle scuole medie inferiori
– accompagnamento del processo di orientamento in ingresso e in uscita favorendo la consapevolezza delle scelte
– sostenere e favorire la definizione di un progetto di vita
– sviluppo di competenze specifiche da spendere nei settori di riferimento (tessile, grafico, economico, logistica), settori a vocazione territoriale, strategici del made in Italy
– realizzazione e rafforzamento delle finalità educative del sistema scolastico, attraverso modalità di apprendimento che consentano di contestualizzare l’acquisizione delle competenze negli ambienti della produzione
– attuazione concreta degli spazi di flessibilità curricolare attraverso l’attivazione di insegnamenti diversificati, di approfondimento e di specializzazione per lo sviluppo di competenze effettivamente richieste dal sistema economico, da sviluppare in stretto raccordo con le imprese
– potenziamento degli strumenti didattici e laboratoriali intesi sia come strategie metodologiche che supporti, necessari a migliorare la formazione
– sviluppo di competenze digitali, proprie del percorso di filiera, incrementando e consolidando così una delle competenze chiave per l’apprendimento permanente
– formazione dei docenti per l’innovazione didattica e sviluppo della cultura digitale per l’insegnamento, delle competenze lavorative, cognitive e sociali degli studenti

TARGET E MODALITÀ DI UTILIZZO
Il laboratorio è aperto ai giovani di età compresa tra gli 11 e I 29 anni, con le seguenti modalità:
– in orario curriculare ed extracurriculare (mattino e pomeriggio): dalle classi degli istituti scolastici per attività didattiche pertinenti allo sviluppo delle competenze specifiche, per attività di recupero e potenziamento, attività di orientamento e di alternanza scuola/lavoro
– in orario extracurriculare (pomeridiano e serale): dagli studenti del CPIA e dai NEET, i primi per lo sviluppo di competenze specifiche e i secondi per attività propedeutiche al collocamento al lavoro o alla riqualificazione.

SPAZI
Il cuore della fabbrica integrata sarà uno spazio di circa 300 mq, adiacente alla sede dell’IIS “Da Vinci – Ripamonti” di proprietà della Fondazione Ripamonti così come lo stabile in cui è collocato l’Istituto dove saranno svolte le attività didattiche e collocate le attrezzature necessarie alla ideazione e progettazione tessile, confezione e progettazione dei capi, progettazione e realizzazione del packaging, gestione amministrativa, contabile e commerciale, logistica.
Le altre fasi del processo produttivo, al fine di ottimizzare le risorse economiche e il know how professionale, saranno decentrate e più precisamente: la ricerca e sviluppo presso l’Università degli Studi dell’Insubria, sede di Como, sezione chimica del dipartimento di scienze ed alta tecnologia, il laboratorio Fab Lab di Enfapi (Lurate Caccivio) per la prototipazione dei prodotti, aziende del territorio (Clerici Tessuto spa, Comofil, Ambrogio Pessina srl, Fortex, T.O.T srl, Orefice, Tintoria Filati Portichetto) per la tinture di filati, tessuti e per il loro finissaggio, il laboratorio di tessitura dell’IIS “Paolo Carcano”.

Comments off